Vecchia Mondovi’

Galli

Si scrive Gallo e si pronuncia icona

E’ considerato portatore di virtù e coraggio fin dai tempi antichi. Il gallo è il simbolo beneaugurante della realtà contadina e ne è diventato l’emblema.
Le nostre collezioni Galli si pregiano di un valore aggiunto, poiché dietro ad ogni gallo decorato a mano, si nasconde tutto un mondo fatto di storie, aneddoti, cadute e risalite legato alle nostre radici.

Bianco Blu

Retaggio di una antica tradizione, bordure realizzate ad arte

Le decorazioni dei bordi sono l’inconfondibile caratteristica delle ceramiche monregalesi. Venivano realizzate tradizionalmente con l’uso di spugne intagliate, e tuttora si utilizzano gli antichi modelli.  Il blu cobalto era la tinta predominante, che si scomponeva in tutte le sue declinazioni.
La tesa delle stoviglie è resa unica dalle bordure, che sembrano un pizzo variegato e fantasioso.

Fiori Frutta e Paesaggi

I nostri paesaggi e la nostra flora, raccontati dalle mani dei nostri artigiani

Con poche e sapienti pennellate si esprimeva la maestria dei ceramisti monregalesi, che sapevano riprodurre l’atmosfera favolistica del paesaggio rurale e le pregiate decorazioni floreali. I soggetti erano profondamente legati all’aspetto delle cose e dell’ambiente circostante. Parlavano del mondo in cui ogni famiglia monregalese si potesse riconoscere, e, al tempo stesso, donavano allegria alla tavola.
Tutti i lavori, eseguiti a mano, erano e sono caratterizzati da una profusione di colori vivaci, in un perfetto amalgama che li rende unicamente nostri.

Le Scritte

Una parola incastonata per sempre nelle nostre ceramiche

Ogni famiglia monregalese possedeva una collezione di piatti che aveva una sua personale caratteristica: una scritta bene augurale; vere gocce di saggezza popolare condensate in una frase gnomica. In ogni piatto è impresso un tesoro di virtù e tradizione contadina, che costituisce il vero patrimonio per la tipica famiglia locale.

Gli Uccelli

L’eleganza di un soggetto racchiusa nella sua semplicità

Gli uccelli erano tradizionalmente dipinti sui piatti che venivano collezionati dalle famiglie contadine. I toni lievi dei tratti, le delicate tinte pastello del corpo e della coda, i motivi di tralci di foglie e viti che completavano l’insieme conferivano ad un soggetto popolare un’eleganza regale.
Nel riprodurre e personalizzare gli uccelli, ci siamo voltati indietro per recuperare la nostra tradizione, e il nostro sguardo commosso si è fermato sul presente, carico di quei valori fondamentali. E’ da qui che vogliamo partire oggi.